Il paulistano Gui Caiaffa lo scorso luglio ha lanciato un canale YouTube alla batteria. Lui, che ha iniziato la pratica dello strumento all'età di cinque anni, ha la sindrome di Apert, una condizione che ha come una delle caratteristiche la fusione delle dita. Ma ciò non lo ha mai fermato o ha limitato gli studi di batteria e l'identificazione con la musica è diventata una professione. Dopo qualche intervento chirurgico correttivo, anche con le dita più piccole, ha avuto completa libertà e indipendenza al tatto.

La strada

A diciotto anni, Bill sentì molto suono pesante ed era un fan di Sepultura. Così, quando ha scoperto che l'ex batterista della band Jean Dolabella insegnava, lo ha immediatamente cercato per proseguire gli studi.

“Ricordo che prima di frequentare la mia prima lezione, ho pensato di arrivarci, suonare heavy metal e acquisire alcune tecniche di doppia pedalata. Che in realtà era completamente diverso. Ricordo che quando mise la canzone per me, era Madonna's Cherish. All'inizio mi chiedevo perché stavo suonando quel suono, ma vedendo cosa mi dava sulle tecniche e altre idee sulla musica, la mia testa ha iniziato ad aprirsi per ascoltare altri stili oltre al metal. ”

Inclusione sociale

Dalle lezioni con Jean, è nata l'idea del canale in modo che Bill potesse mostrare un po 'della sua professione. Allo stesso tempo, l'idea di incorporare l'inclusione sociale è maturata. Affrontando la sindrome, gli adattamenti e l'evoluzione stessa, Bill è un produttore di contenuti che influenza altre persone (con o senza differenze fisiche) per superare le loro paure e iniziare a praticare questo strumento liberatorio e fare ciò che vogliono. Dopotutto, la batteria è per tutti.

it_ITIT