Nato nel 1892 nel distretto inglese del Surrey, Horace Ridler proveniva da una famiglia benestante e per due volte prestò servizio nell'esercito britannico come ufficiale amministrativo, lasciando dopo la prima guerra mondiale come maggiore. Finalmente devastato, decise di dedicarsi spettacolo. Nel 1922, si avvicinò a un tatuatore in stile cinese e iniziò a trasformarsi in un'attrazione tatuata - con tatuaggi molto rozzi, si guadagnò da vivere modestamente esibendosi in un spettacolo e fiere. Ma fu nel 1927, quando visitò il famoso tatuatore George Burchett, che Ridler iniziò la sua grande trasformazione, progettando di diventare la più grande attrazione tatuata nel mondo moderno. Il progetto era così audace che Burchett aveva Ridler e sua moglie firmare un impegno prima che iniziassero a farsi tatuaggi, temendo che il ragazzo se ne sarebbe pentito.

In tutto, il processo di copertura del corpo di Ridler con strisce nere è durato circa 150 ore! Sebbene Ridler abbia dichiarato in interviste di aver speso $10.000 in tatuaggi, Burchett ha rivelato di aver addebitato solo $3.000 e che l'importo non è mai stato pagato per intero. Coprendo i suoi tatuaggi precedenti, il motivo tribale correva dalla testa ai piedi e l'immagine di Ridler era completata dall'ampliamento dell'orecchio e del setto - quest'ultimo fatto da un veterinario. Ha anche assunto un dentista per lavarsi i denti, rendendoli appuntiti. Adozione dello pseudonimo di Il grande omio "The Great Omi". È stato anche chiamato "Zebra Man" a causa delle strisce del corpo che ricordavano i motivi sulla pelliccia dell'animale.

Presto ha ricevuto proposte da vari circhi e spettacoli e nel corso degli anni ha iniziato a migliorare il suo abbigliamento anche usando rossetto e smalto sulle sue lunghe unghie. Quando firmava le sue carte e le sue foto, scriveva sempre "Bellezza barbarica"(" Bellezza barbarica ").

Prima di entrare sul palco, è stato presentato da sua moglie, Gladys Ridler, che ha adottato il soprannome di The Omette. Il numero di Il grande omi consisteva in un monologo in cui Omi raccontava storie straordinarie sulla sua vita - per cui era comune freakinventare storie di vita coraggiose e piene di azione per catturare e sorprendere il pubblico. Una delle storie sulle modifiche del corpo di Omi sarebbe che fosse stato catturato in Nuova Guinea e torturato attraverso i tatuaggi.

Nel 1939 Omi e sua moglie arrivarono a New York per esibirsi al Fiera mondiale, che sarebbe successo nel Queens. Insieme ad altre attrazioni assunte dal  Odditorium di John Hix, sono stati visti da oltre venti milioni di visitatori e poco dopo Omi è stato invitato a esibirsi a Ripley's Odditorium Theatredove il Ripley ci crede o no, prima di diventare uno spettacolo televisivo (noto in Brasile come "Che ci crediate o no"). Lavorando per Ripley per sei mesi come protagonista, Omi aveva nove o dieci anni spettacoli al giorno!

Nel 1940 Omi viaggiò con i circhi Ringling Bros. e Barnum & Bailey Circus e nel 1941 si esibì in Australia, Nuova Zelanda e Canada. Nel 1942, fece anche un tour prima di tornare in Inghilterra. Con l'avanzata della seconda guerra mondiale, ha cercato di arruolarsi nuovamente nell'esercito, ma è stato respinto a causa dei tatuaggi visibili. In un'Inghilterra devastata dalla guerra, Omi ha donato i suoi servizi, esibendosi in eventi di beneficenza e per conto delle truppe. Ha continuato a esibirsi fino ai primi anni '50, ritirandosi al culmine della fama. Muore nel 1969 nel Sussex.

fonti: 

  • http://www.tattooarchive.com/tattoo_history/omi_great.html
  • http://wiki.bme.com/index.php?title=The_Great_Omi
  • Testo originale di Francine Oliveira alla fine del Tattoo Tattoo

Tatuaggi, motociclette, graffiti, musica sono alcune delle mie passioni e i miei argomenti principali su BlendUp.

it_ITIT
pt_BRPT_BR en_USEN es_ESES de_DEDE pl_PLPL fr_FRFR hi_INHI nl_NLNL it_ITIT