I Li sono una delle 55 minoranze etniche riconosciute in Cina. Insieme a Miao, un totale di 1,3 milioni di persone abitano le aree montuose nell'isola centro-meridionale di Hainan e sono state portate lì dagli immigranti Han, che le hanno rimosse dai loro villaggi, tradizionalmente situati sulla costa dell'isola, nel XV secolo. Si ritiene che siano andati a Hainan, nel sud della Cina, più di 2 o 3 mila anni fa. Considerata dai cinesi come un luogo remoto e talvolta più misterioso della Mongolia o del Tibet, la regione fu poi soprannominata "La coda del drago", un luogo selvaggio alla fine del mondo cinese.

Con l'istituzione del governo comunista nel paese, nel 1949, ideologicamente ateo, furono avviate politiche per sradicare le superstizioni e cambiare i costumi e le tradizioni sociali prevalenti, in modo che l'intero territorio diventasse il più uniforme possibile. Rapidamente, le credenze animistiche del popolo Li sono crollate, insieme alla loro economia di riso.

Tuttavia, la terra è sempre stata responsabile del tenere insieme il Li, portando il divino, il mitico e il rituale in un complesso sistema di credenze. Il carattere delle loro esperienze di vita, in termini fisici e psicologici, ha continuato a distinguersi per la loro collettività intrinseca, il tutto testimoniato da ciò che li circonda. Pertanto, molte delle loro pratiche relative alle credenze sono state mantenute a causa del loro forte carattere metafisico, uno dei quali è il tatuaggio, visto come l'elemento guida dopo la morte.

Come animisti, i Li erano guidati spiritualmente da sciamani che, attraverso la loro capacità di comunicare con spiriti, divinità e antenati, fungevano da mediatori tra il mondo fisico e quello soprannaturale.

La cultura di Li e la sua cosmologia sono state incarnate negli individui attraverso le tradizioni musicali, ma è stato anche inciso sulla pelle attraverso i tatuaggi. Tutti e cinque i gruppi etnici Li erano tatuati e la pratica era principalmente tra le donne. Gli uomini si tatuavano con solo tre linee attorno ai polsi per scopi medici. Tra le donne, i disegni differivano non solo da una tribù all'altra, ma anche tra le famiglie.

Curiosità: i Li sono tra i primi cinesi a sviluppare la tecnologia per la tessitura e sono ancora oggi noti per i loro splendidi tessuti colorati. Le donne Li sono famose per la loro abilità nella tessitura e nella cucitura della seta. Ogni gruppo sviluppa modelli specifici per i loro tessuti e attraverso i disegni è possibile sapere a quale villaggio e a quale classe sociale appartiene la donna. Lo stesso accade con i tatuaggi, che sono indicatori sociali e di identità di ogni Li.

Nella tribù Basadung, la ragazza inizia a farsi tatuare quando ha 13 o 14 anni. Una donna anziana, non necessariamente imparentata, la afferra prima sulla nuca e poi su viso e gola per quattro o cinque giorni. Per i prossimi tre anni, anche le sue braccia e le gambe sono tatuate. Se un membro della famiglia muore nel corso di questi anni, il processo viene interrotto.

La marcatura dei disegni sulla pelle è realizzata con inchiostro di porcellana (noto anche come nanchino); Una spina vegetale viene utilizzata per perforare la pelle, quindi una miscela di fuliggine e acqua (una forma più primaria dell'inchiostro stesso) viene strofinata sulle ferite.

La tribù Meifu ha sostanzialmente aderito alla stessa pratica del Basadung. Anche le altre tribù usano le stesse tecniche, ma hanno creato un design diverso che inizia dal mento e si estende attorno al collo in due coppie di linee. Le linee continuano lungo il tronco, attraverso il petto e fino a un cerchio dell'ombelico.

Da fare tatuaggi Ciò significa che una donna può ora essere scelta per sposarsi e il rituale del tatuaggio è stato accompagnato da un'elaborata cerimonia nel centro del villaggio per celebrare la pubertà della ragazza. Intervistata negli anni '30 per una storia pubblicata sulla rivista National Geographic, le donne riferirono che i tatuaggi non solo li rendevano più belli, ma permettevano anche loro di essere riconosciuti dai loro antenati dopo la morte.

Attualmente, la pratica sta svanendo e i tatuaggi si trovano solo sulle donne anziane. L'isola di Hainan è passata dall'essere la misteriosa "coda di drago" a un luogo turistico. La regione montuosa in cui vivono Li e Miao riceve migliaia di visitatori durante tutto l'anno e il turismo è ora estremamente importante per l'economia del luogo, insieme alla sua tessitura millenaria.

fonti:

  • Articolo di Francine Oliveira alla fine del Tattoo Tattoo
  • http://www.vanishingtattoo.com/hainan_island_tattoos.htm

Tatuaggi, motociclette, graffiti, musica sono alcune delle mie passioni e i miei argomenti principali su BlendUp.

it_ITIT