Nessuna meraviglia che il tatuaggio sia considerato un'arte antica. Il corpo mummificato di una principessa siberiana è stato trovato 19 anni fa ed era in fase di studio e ricostituzione. Fin qui tutto bene. Ma ciò che ha attirato l'attenzione degli scienziati è che la mummia ha rivelato tatuaggi intatti di 2.500 anni fa. Secondo il sito web del Daily Mail, queste sono creature mitologiche.

Apparteneva al popolo Pazyryk, formato dai nomadi del V secolo a.C., fu sepolto accanto a due guerrieri, i cui tatuaggi erano sparsi in tutto il corpo.

Puoi vedere che in due millenni è cambiato poco, giusto? Questo è esattamente il punto di vista della scienziata Natalia Polosmak, che ha scoperto i resti della principessa Ukok. Secondo lei, questo rivela che i motivi utilizzati per realizzare il tatuaggio sono ancora usati, come le dimensioni e la regione del corpo tatuato.

Ha dichiarato che il primo tatuaggio è stato fatto solo sulla spalla destra, poiché tutte le mummie trovate con un solo tatuaggio avevano le immagini fatte su quella parte del corpo. E che possiamo riparare oggi: la grande quantità di tatuaggi sempre eseguiti nello stesso sito del corpo. Forse perché è un luogo visibile o uno che bilancia la composizione corporea, questa regione è una scelta abbastanza costante di quelli tatuati.

 

Come specifica il sito web del Siberian Times, i tatuaggi sulla spalla sinistra della principessa mostrano un fantastico animale mitologico: un cervo con becco di un grifone e corna di capricorno. Le corna sono decorate con teste di grifoni. E la testa del grifone è mostrata sul retro dell'animale. La bocca di una pantera maculata con una lunga coda è vista sulle zampe di una pecora. Ha anche la testa di un cervo con grandi corna al polso. C'è un disegno sul corpo dell'animale su un pollice della mano sinistra.

 

Per chi ama la storia, le persone Pazyryk Ha usato i tatuaggi come una sorta di identificazione personale e credeva che i disegni sarebbero stati utili nell'aldilà. Inoltre, i tatuaggi potrebbero essere un modo per esprimere pensieri e posizioni sociali ed erano collegati all'età e allo stato a cui appartenevano.

La mummia rimane in un sarcofago di vetro permanente presso il Museo Nazionale Gorno-Altaisk nella Repubblica di Altai e alla fine sarà esposta ai visitatori.

Quindi, hai pensato che i tatuaggi siano simili a quelli che vediamo oggi?

fonte: Posta giornaliera e Siberian Times

Tatuaggi, motociclette, graffiti, musica sono alcune delle mie passioni e i miei argomenti principali su BlendUp.

it_ITIT